Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2009

Meditazione

Sarà difficile, ma devo provarci…se medito non mi incazzo. Forse.

Annunci

Read Full Post »

Tanto non serve…

lobotomy_required_in_this_area

Read Full Post »

Come previsto

Nostradamus era un dilettante, al mio confronto.

“Vedremo”. Si, forse molto meglio con due dita negli occhi…

Read Full Post »

Lavoro…

La dieta prosegue e qualche frutto lo da. Una mano è arrivata dallo squaraus dell’altro giorno, dovuto a qualcosa non buono mangiato a cena. Ho passato la giornata successiva con un mal di testa di dimensioni planetarie, ma sono sopravvissuto.

Al lavoro si tira avanti, con il giovane collega che tende a fare di testa sua, nonostante io continui a dirgli come procedere. L’altro giorno ho dovuto essere un po’ brusco, è stato necessario.

Se se l’è presa, amen. Chi deve dar conto di come vanno avanti i test, dei risultati, problemi, ritardi, sono io. Capisco che voglia mostrarsi, ma deve anche capire che prima deve imparare cosa deve fare e perchè c’è un certo modo di procedere.

So che ha scoperto questo blog, quindi se leggerà spero che  capisca che ancora non può fare di testa sua.

Nel frattempo si sentono discorsi poco confortanti sull’andamento di altri lavori. Ci sono state discussioni all’interno dell’ufficio che ci hanno fatto capire, definitivamente, che siamo visti come l’ente problematico o che comunque vuole sempre rendere difficili le cose.

C’è lo zampino di qualcuno che scarica le sue difficoltà addossando la colpa a chi deve seguire delle regole che gli altri possono tranquillamente disattendere perchè il controllo su di loro è molto inferiore. Per cui, anche seguendo le regole, molto spesso invocate, sbagliamo. Inspiegabilmente.

Infine, c’è in ballo un nuovo lavoro, importante. Ho sottolineato più volte la necessità che la ditta stabilisca, in fretta, chi dovrà occuparsene e con quali responsabilità. Appare ormai chiaro che non sarò io. Perchè? Solita storia, probabilmente. Non è la mancanza di tempo, visto che i due lavori che sto seguendo adesso sono ormai quasi in dirittura d’arrivo. Penso che principalmente il motivo sia che non sono ritenuto all’altezza di un tale compito.

La cosa mi infastidisce parecchio, ed è per questo che nei due giorni passati mi sono rifiutato di inviare al cliente, ormai acquisito anche se ancora il contratto non è firmato, un nuovo messaggio, utilizzando la procedura da loro richiesta. Se comincio, poi voglio continuare.

Quello che non comprendo è il discorso che mi è stato fatto un paio di mesi fa, quando andai a parlare con la proprietaria.

Il motivo della visita è quello più banale: visto che da solo non arriva, ho chiesto un aumento. A pari livello, sia in ufficio che in ditta, sono quello che guadagna meno. Posto che lo trovo giusto verso un collega (che trovo non valorizzato), che ha moltissima competenza, disponibilità nello spiegare e “insegnare” , non penso altrettanto verso altri due. Nulla contro di loro, assolutamente, però non mi ritengo da meno, vista l’autonomia con cui svolgo il mio lavoro, il modo (i clienti non hanno mai mosso obiezioni, per quanto ne so, ma hanno anzi espresso soddisfazione) in cui lo svolgo e i risultati ottenuti.

Ho fatto notare che puntavo sia al passaggio di livello che all’equiparazione salariale con i pari livello. L’uno o l’altro ( o entrambi, già fatti in passato con altri colleghi) andava bene. Solita risposta: ho una visione “limitata” e non generale del lavoro. Strano. Perchè quando faccio poi notare che uno stop in un’attività influenza molte altre e che una certa programmazione (da me) fatta ha bisogno di supporto reale per essere rispettata, mi si risponde che non me ne devo occupare e preoccupare io… “Vedremo” è stata la risposta.

E’ passato giugno, poi pure luglio (con i sabati lavorativi, che avrei potuto risparmiarmi con la mia visione limitata) e anche agosto. Lunedi è San Paganino, ma non credo troverò novità. Non è questione di tempi “canonici” per passaggi o aumenti, sono sempre stati dati anche in altri periodi. La vera sorpresa sarebbe trovare la novità.

Negli anni ho visto passaggi di livello “perchè è tanto che lo voleva”, “perchè se no fa casino perchè l’altro l’ha avuto (strameritato, però!)”, aumenti dati dopo richiami ufficiali o per amicizia, diciamo così.

Con un collega, ogni tanto viene fuori la questione della “visione limitata” e compagnia bella, a voce alta, di proposito. Reazioni non ce ne sono. Lo straordinario è diminuito. Perchè se riesco a fare entro l’orario normale, bene, altrimenti vista la considerazione, slitta. Comunque gli impegni li mantengo. Semplicemente invece di finire prima, come al solito, finisco entro la scadenza data.

Tuttavia, dopo otto anni, è frustrante. Anche perchè non c’è il coraggio di dire le cose chiare in faccia. Una vigliaccheria, perchè tale la ritengo, inspiegabile. Siamo adulti, ma qualcuno probabilmente lo è un po’ meno.

Per fortuna il mio carattere mi fa vedere il bicchiere sempre mezzo pieno. Ma non garantisco che prima o poi non sbotterò. Già l’altro giorno ci siamo andati vicini…

Read Full Post »

Dieta

E’ necessario fare un po’ di dieta. Ci  sono quei 4-5 kg da smaltire, più per aiutare le ginocchia e la schiena che per altro. Certo, non mi piace vedere la pancetta che mi è venuta.

Dovrei fare un po’ di sport, ma l’unico praticabile è il nuoto e se vado da solo, dopo quattro vasche smetto.

Domenica ho fatto un giretto in bicicletta. Sono partito da casa, ho fatto la salitella verso Mombello e poi sono entrato nel parco delle Groane. Con una bici normale, con le ruote strette, non è proprio facile sullo sterrato, ma sono testardo…

Aggiungiamoci che avevo anche la macchina fotografica al collo, perchè volevo fare un po’ di foto.

Comunque, tornato a casa, il ginocchio mi ha chiesto il conto. Amen, fa male lo stesso. Quello che posso concedere è perdere un po’ di peso, tutto qui.

Nel frattempo, lunedi mi è stato portato un libro in inglese da leggere. Grazie Andrew, spero di ridartelo in fretta.

Lo tengo in ufficio, così da leggerlo durante la pausa pranzo e poter usufruire del traduttore online.

Per il resto…vabbè, è ora di cena. Cercherò di limitarmi, anche se anche stasera c’è qualcosa di cui sono ghiotto…

Read Full Post »

Argo – aggiornamenti

Oggi sono andato a far vedere come la “cosa” si è evoluta. Non ho portato Argo, solo una foto, presa con fatica, perchè non è che ad Argo piaccia stare fermo mentre devo fotografare l’evoluzione del suo problema.

La veterinaria, sempre molto disponibile e gentile, si è detta stupita dell’evoluzione. Visto che non ci sono più sanguinamenti (incrociamo le dita e le zampe), dopo due settimane posso sospendere la somministrazione dell’antibiotico. Per quanto riguarda il cortisone, che ancora prende a giorni alterni, melgio continuare per un’altra settimana prima di provare a diradare l’assunzione.

La clinica veterinaria mi era stata sconsigliata, anni fa. Sinceramente, mi chiedo perchè. Adesso mi sento di sconsigliare uno dei veterinari dello studio dove lo portavo prima. Mah!

Comunque Argo mi sembra stia meglio, anche se fatica ad alzarsi. Anzi, sembra anche più arzillo.

Speriamo che continui così.

Read Full Post »

5:55

E’  l’ora che segnava la mia sveglia quando mi sono svegliato.

Avevo freddo, e sono stato costretto ad alzarmi per cercare un plaid.

Peccato che non sia più riuscito ad addormentarmi, tanto da decidere di scrivere qui.

Sarà una dura giornata in ufficio…

Read Full Post »

Older Posts »