Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2010

Spam -4

La vicenda prosegue.

Stamattina ho trovato un’altra mail, diretta al webmaster, a me e a diverse altre persone, inclusi parlamentari nazionali, europei, segretari regionali. Alcuni indirizzi tuttavia sembrano errati. Naturalmente, sempre tutti “in chiaro”, senza che io abbia mai autorizzato alla diffusione a terzi del mio indirizzo di posta elettronica.

Sembra il teatro dell’assurdo. Continuo a conservare il tutto, e vedrò di informarmi su come è meglio procedere…

C’è una vena comica, ma anche tragica.

Alla prossima puntata.

Read Full Post »

Spam -3

A quanto pare, il tizio è andato avanti con la sua crociata. Tutto perchè ho chiesto di controllare se l’indirizzo era presente perchè per quanto ne sapevo io la mail arrivava direttamente a me.

Poi ieri, dopo aver chiesto aiuto a chi è più esperto di me (grazie, Andrew), ho scoperto cosa è successo.

Io ho richiesto, anni fa, l’attivazione del dominio per il PD di Limbiate. Quest’anno abbiamo cambiato server,e mentre l’operazione veniva fatta, è stata creata una casella (non pubblica) di posta e era stato inserito il mio indirizzo privato per ricevere tutte le mail dirette a quella casella. Io però non ne ero al corrente, tanto più che non ricevevo nulla collegato alla politica. In più, fino a che Andrew non me lo ha spiegato, non sapevo che si potesse stabilire tutto il percorso fatto da una mail.

Comunque, pare che io ricevevo la mail per inoltro, senza vedere il passaggio intermedio.

Ho chiesto al webmaster (che ha già provveduto) di mandare una mail che spieghi cosa è accaduto.

Nel frattempo, visto che c’era un’altra persona che aveva il mio stesso problema, ho ricevuto altre mail, non dirette a me, nè volute, di discussione tra quest’altra persona e il mittente della newsletter. Il problema è che io ricevo queste mail che non mi riguardano, e il mio indirizzo resta visibile (senza che io abbia mai autorizzato la cosa).

Spero che la mail del webmaster chiarisca la situazione, e di non avere sorprese tra qualche tempo.

Nei prossimi giorni vedrò di appurare se c’è effettivamente questa benedetta querela…

Read Full Post »

Spam-2

Questa mattina la cosa è andata avanti ulteriormente.

Trovo un’altra mail, dello stesso tizio, il quale scrive al probabile gestore della mailing list chiedendo di verificare perchè sia io che un altro abbiamo chiesto continuamente (2 volte…) di cancellarci. Comunque dice di aver già sentito il comandante della polizia postale per informazioni.

Tra l’altro scrive la mail con qualche errore grammaticale ed è inoltrata a me, all’altra persona, e all’indirizzo poliziapostale@polizia.it, che pare essere inesistente.

Già in questo, a parer mio, c’è una violazione della mia privacy, visto che io non ho mai autorizzato la divulgazione a terzi (questo sedicente gestore e l’altra persona) del mio indirizzo di posta elettronica.

Provando a vedere se riuscivo a capire meglio da dove provenisse il messaggio, ho visto che c’è un riferimento alla mailing  list del PD di Limbiate. Resta da stabilire come il mio indirizzo sia finito a questo tipo. Potrebbe essere arrivato tramite quella mailing list, ma di certo non ho autorizzato la diffusione da lì ad altre liste.

Ho provato nuovamente a richiamare il tizio (sempre educatamente e pacatamente, per capire), che bruscamente ha detto che la querela è partita “perchè così dice la legge” e mi ha sbattuto giù il telefono.

Quindi pare che mi ritrovo con una querela per violazione di:

Art. 495 Falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri (1)

Chiunque dichiara o attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, l’identità o lo stato o altre qualità della propria o dell’altrui persona è punito con la reclusione da uno a due anni.

La reclusione non è inferiore a due anni:

  1. se si tratta di dichiarazioni in atti dello stato civile;
  2. se la falsa dichiarazione sulla propria identità, sul proprio stato o sulle proprie qualità personali è resa all’Autorità giudiziaria da un imputato o da una persona sottoposta ad indagini, ovvero se, per effetto della falsa dichiarazione, nel casellario giudiziale una decisione penale viene iscritta sotto falso nome.

(1) Articolo così modificato dall’art.1, comma 1, lett. b-ter) del d. L. 23 maggio 2008, n. 92, convertito con modificazioni dalla L. 24 luglio 2008, n. 125

[modifica] Art. 495 bis Falsa dichiarazione o attestazione al certificatore di firma elettronica sulla identità o su qualità personali proprie o di altri (1)

Chiunque dichiara o attesta falsamente al soggetto che presta servizi di certificazione delle firme elettroniche l’identità o lo stato o altre qualità proprie o dell’altrui persona è punito con la reclusione fino a un anno.

(1) Articolo inserito dall’articolo 3 della legge 18 marzo 2008, n. 48

Non so da dove sia stato preso l’indirizzo e come io abbia ricevuto la mail, ma mi sembra un tantino esagerato querelare qualcuno solo perchè ti chiede due volte di controllare se ha il tuo indirizzo…

Starò a vedere. Nel frattempo ho salvato i vari messaggi e li ho stampati, e mi farò un giro dai carabinieri pure io per vedere cosa posso fare e cosa potrebbe succedere.

Tutto per aver chiesto di non ricevere una mail (che non ho mai chiesto di ricevere!).

Read Full Post »

Spam

Controllo la mia casella di posta e trovo una newsletter (da una sedicente organizzazione con fini sociali) a cui non ricordo di essermi mai iscritto.

Vado fino in fondo e trovo la “procedura” per cancellarsi.

Fiducioso, mando una mail chiedendo la cancellazione del mio indirizzo.

Dopo poco ricevo una risposta, a metà tra l’automatico e l’impostazione manuale, nella quale si dice che il mio indirizzo non è compreso tra quelli in loro possesso. Sostengono che la mail mi arriva da un altro indirizzo, come inoltro o perché girata automaticamente.

Rispondo nuovamente (allegando la loro risposta) dicendo che la mail arriva direttamente al mio indirizzo e chiedendo nuovamente la cancellazione.

A questo punto ricevo una nuova mail dove addirittura si dice che se insisto a chiedere la cancellazione di un indirizzo che loro non hanno, daranno mandato al loro ufficio legale per segnalare che dichiaro il falso dicendo che la mia mail è nel loro indirizzario (!!!).

A questo punto telefono (il numero era incluso nella newsletter) e trovo un tizio che da subito si dimostra spazientito e ripete che l’indirizzo loro non lo hanno e che io ricevo di sicuro la mail da un altro indirizzo. Dopo aver ribadito che la mail la ricevo da loro, l’aquila subito dice che allora passa la cosa al legale per la storia di cui sopra.

Lascio perdere, come forse avrei dovuto far subito. Sarebbe proprio divertente ricevere adesso qualche comunicazione “legale” perché ricevo una mail da qualcuno che dice che non me l’ha mai inviata…Conserverò le mail, non si sa mai.

Sono iscritto a diverse newsletter,  ho già cancellato l’iscrizione ad alcune di esse, ricevo come tutti dello spam e lo cestino, ma questa volta volevo fare la cancellazione “normale” visto che non si tratta (apparentemente) di spam…La prossima volta finirà tutto per essere catalogato come spam.

Vabbè, qualcosa di diverso in una settimana pesante e noiosa.

Read Full Post »