Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2011

8143 grazie

ai cittadini di Limbiate.

Annunci

Read Full Post »

Elezioni e imbiancatura

Primo giorno di elezioni comunali. Affluenza un po’ bassa, ma domani migliorerà. Come al solito. E poi lo scrutinio. Oggi tutti amici, collaborativi. Domani tigri che si disputano un pezzo di carne. Vedremo come andrà. Obiettivo personale? Almeno pareggiare il risultato dell’altra volta. Obiettivo più grande (e più importante)? Il ballottaggio.

Poi, tornato a casa, ho dovuto smontare dal muro della camera i vari poster, quadri, foto che ho appeso negli anni. Domani si imbianca (uno veramente capace, non io…).

Adesso vedere i muri spogli, con i segni di quanto c’era prima, fa effetto. Lì il poster di Einstein, qui il quadro fatto alle medie, là la copia della foto del “mitico” passaggio di bottiglia tra Coppi e Bartali (chi l’ha in realtà passata all’altro???), qua il sombrero ricevuto in regalo tanti anni prima.

La stanza è sempre quella, le cose ci sono ancora, sono nelle scatole o ammonticchiate sulla scrivania. Eppure è un’altra stanza.

Manca qualcosa e quel qualcosa che manca sembro, anzi sono, io.

Io ho appeso tutte queste (e altre) cose. Mi descrivono, mi caratterizzano.

E adesso è come se io non fossi più qui.

Nei prossimi giorni potrò risistemare le cose al loro posto, ma sarà comunque diverso, perchè ci saranno piccole e grandi differenze rispetto a prima.

E’ proprio vero. Ti accorgi dell’importanza delle cose quando non ci sono più.

Ecco perchè cerco sempre di far capire e dare il giusto “valore” a chi mi sta intorno e mi sta a cuore. Perchè so che se dovessi perderle niente sarebbe più come prima.

Read Full Post »

Lunedi

Se la giornata di oggi è una spia di come sarà l’ intera settimana, sono a posto…

Incontro con il cliente a parte, che oggi è andato bene, non c’è altro che sia stato buono.

Tanto per dirne una, sono venuti a chiedere conto a me di una cosa di cui io non mi occupo. O meglio, seguo e ho seguito la parte tecnica, mentre gli altri aspetti li lascio a chi di competenza.

Salvo poi scoprire che ogni volta che qualcosa non va (tipo adesso), anche quegli aspetti diventano, miracolosamente, di mia competenza.

Domani ci sarà da discutere nuovamente. Oggi, alle 17.40, volevo solo andare a casa perchè spossato dalla giornata passato chiuso in una stanza la cui temperatura ed umidità erano saliti a livelli tropicali.

Perchè non abbiamo aperto porta e finestre? Perchè aprire la prima avrebbe voluto dire non poter fare la riunione in santa pace, visto che ogni rumore è amplificato, mentre le seconde semplicemente non si possono aprire perchè bloccate.

E tutto il resto, lavoro a parte? Ecco… il lavoro in confronto va a gonfie vele.

Domani è martedi, sperando che il dio che anticamente diede il nome al giorno vada a guerreggiare altrove.

Ma si sa, chi visse sperando…

Read Full Post »