Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2011

Vacanze, occhiali e terme

Le vacanze sono quelle ormai finite. Lunedi si torna in ufficio. Ho passato una settimana al mare con i nipoti, come previsto, rientrando a casa la sera di ferragosto.

Il mare non era granchè, a volte un po’ sporco anche a causa di quei simpaticoni che passano il tempo in porto con il loro yacht e poi un bel giorno escono in mare per svuotare il gabinetto…E’ per me strano vedere perennemente ormeggiate queste navi in miniatura. Mah!

Gli occhiali sono quelli da sole che sono spariti. Dato che normalmente non perdo le cose, sono dell’idea che qualche estimatore li abbia prelevati dall’ombrellone proprio la mattina di ferragosto. Si sa, molta più gente in spiaggia e le tentazioni per qualcuno sono molto forti. Altre volte erano rimasti lì e li ho sempre ritrovati. La cosa mi fa girare gli zebedei non poco, visto che adesso dovrò cercarne un altro paio…

Le terme sono quelle di Monticello, dove sono stato ieri. Ne avevo sentito parlare parecchio e avevo quindi approfittato dell’offerta di Groupalia per un ingresso illimitato a metà prezzo.

Posso fare un confronto con quelle di Chianciano, dove sono stato un paio di anni fa.

Per prima cosa qui ti danno solo un telo. Lì accapatoio, ciabattine E cuffia. Già, qui niente cuffia, tutti liberi con i loro capelli al vento o che galleggiano nelle piscine. Sia dal punto di vista “estetico”, diciamo così, che da quello sanitario non mi sembra un’ottima cosa.

Secondo aspetto: è tutto abbastanza compresso, le diverse vasche sono pressochè attacate l’una all’altra.

L’area tisana: acqua e thè (come cavolo si scrive??) alla pesca o al limone. In contenitori su cui c’è un’etichetta che dice “tisana”. Va bene, è un infuso pure il thè, ma la tisana è un’altra cosa.

L’area relax è costituita da 10 sdraio.

L’elemento caratterizzante però, come al solito, è l’umanità presente. Gente che grida, chiacchiera ad alta voce nelle saune; la versione umana di “Willy”, l’orca del famoso film, che si buttava sulla piattaforma da cui usciva il getto d’acqua spaventando i presenti; signore attempate che stanno ore sotto il getto di uno degli idromassaggi infischiandosene delle altre dieci persone che vorrebbero provarne i benefici…

Alla fine sono rimasto un po’ deluso. L’unica nota positiva è stata l’aver trovato negli spogliatoi l’asciugacapelli, utile un po’ a tutti.

E lunedì si ricomincia…

Read Full Post »