Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Bossi’ Category

Accidenti. Come facciamo adesso? La notizia non è data da un visonario qualunque, ma nientemeno che dal capo della Polizia. Ne saprà qualcosa, no?

Il 60% dell’immigrazione clandestina è causata da persone che entrano in Italia in aereo, con un visto turistico, e poi si “dimenticano” di andare via quando il visto scade.

Porca miseria. Cosa facciamo? Gli mandiamo contro i caccia? No, ci sono anche i turisti che se ne vanno. E magari sono anche aerei dell’Alitalia, che già ha i suoi problemi.

Neghiamo il visto d’ingresso? Mmmm, mi sa che non si può. Correremmo il rischio di fare come fece un panettiere di Milano un giorno con Gullit. Ruud entrò nel negozio, probabilmente non in giacca e cravatta, e il titolare gli disse di andarsene, che per lui non aveva niente, aggiungendo qualche “simpatico” epiteto. Pare che, con molta calma, l’olandese rispose che avrebbe potuto comprarsi l’intero negozio, se avesse voluto, ma che tutto sommato non valesse la pena di continuare il discorso. Grande Ruud.

E quindi? Bel problema.

Ricordo che con l’altro governo di diceva che non si faceva abbastanza per contrastare l’immigrazione clandestina. Ma adesso, da 3 mesi, il governo è cambiato, e la legge in vigore è sempre la Bossi-Fini. Forse che è proprio difficile applicarla?

Suvvia, non pensiamo che i gommoni siano il vero problema. Quelli sul gommone sono proprio gli ultimi dopo gli ultimi. Poverini, di cui bisogna avere compassione. Ci possono essere delinquenti, tra loro, ma non ce lo vedo un bambino di 7 mesi a fare una rapina. Magari si frega il ciuccio, se lo lasci appoggiato sul tavolo.

L’immigrazione va gestita. Non dimentichiamo che diversi rapporti dicono che senza immigrati la nostra economia sarebbe anche peggiore di quella che è.

E smettiamola di dire che sono tutti uguali, perché poi non dovremmo lamentarci se all’estero dicono di noi che siamo tutti mafiosi.
Clicca
qui per leggere le dichiarazioni del capo della polizia sul sito del Ministero dell’Interno.

Annunci

Read Full Post »

Un altro incivile

Mi sono rotto le palle. Non mi piace essere scurrile, ma adesso è più forte di me. Bossi ne ha fatta un’altra delle sue. O meglio, più di una. Prima se la prende con gli insegnanti del sud che rovinerebbero i virgulti del nord. Vorrei un po’ sapere come. Perché hanno un po’ di accento? Anni fa ero all’estero e c’erano altri ragazzi italiani. Senza che ci fosse bisogno di dirlo, ciascuno di noi aveva capito subito da quale parte d’Italia venisse l’altro. L’accento può essere più marcato, ma lo è dappertutto. Altra cosa è avere qualcuno che conosce solo il dialetto. Ma costoro non fanno gli insegnanti. Nota: io sono per la difesa dei dialetti, tutti…
Ma il minimo dei suoi minimi, l’Onorevole lo ha dato facendo “il dito” all’inno di Mameli. Su questo, oltre a dimostrare la sua arroganza , dimostra anche la sua ignoranza. Sì, nel senso che probabilmente ignora qualcosa, il ministro. Ignora che Mameli fu patriota che si batteva per la libertà della sua terra. Più o meno quello che il cassanese sostiene di essere.
Sentire poi altri onorevoli, La Russa a parte, che dicono che ci si concentra sulla forma e non sulla sostanza, fa imbufalire. Voglio vedere quanti continueranno a fare finta di niente. Ci siamo già dimenticati dell’assalto a San Marco? Certo, il carro armato faceva ridere, ma quello che mi fa specie è che tutti lo continuano a ritenere un bambino che ha fatto una marachella. Peccato che normalmente, chi fa una marachella viene punito…
Siamo tornati al “terroni” e compagnia bella, la Padania che ormai arriva alle Marche (ammazza, si deve essere spianato un po’ di terreno!), “Roma ladrona” ecc. ecc. ..La stessa Roma che viene frequentata continuamente, nei cui ristoranti gli onorevoli leghisti continuano ad andare a cena quando vanno in Parlamento, e la stessa Roma che dà loro una marea di privilegi come parlamentari della Repubblica. Se tanto aborrite tutto questo, perché non vi battete subito per eliminarli? Eh no… Una volta ho incontrato, all’aeroporto di Tel Aviv l’onorevole Borghezio. Io sono tornato in Italia in classe turistica, lui in business. Il volo era Alitalia, altro bersaglio degli strali…

Read Full Post »