Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘incivili’ Category

Fatti vergognosi

La settimana scorsa è successa una cosa a dir poco incresciosa. Pare che per banali questioni di parcheggio, ci sia stata un’aggressione, cinque contro uno, verso una persona.
Dico persona e non specifico la nazionalità, pur evidenziata dai giornali, perchè non mi voglio soffermare sulla possibiltà razzista del gesto, anche perchè da quanto letto non mi sembra che il razzismo sia la causa, o quanto meno non è l’unica.
Resta il problema di fondo. Si pensa che si faccia prima a risolvere le cose menando le mani, e se ci si trova di fronte qualcuno che riesce a tenerci testa, allora si chiamano i rinforzi.
Finendo per essere cinque contro uno. Perchè?
Quello che manca è un minimo di senso civico. Facciamoci giustizia da soli, la nostra giustizia ovviamente.
Le discussioni diventano velocemente accese e si passa sempre più in fretta alle mani. Se non ai coltelli.
In tutto questo non ho sentito nè letto una parola dagli amministratori nè dai parroci.
Cosa mi aspettavo? Che una minima reazione ci fosse. Ripeto, non mi fermo alla questione “razzismo”, voglio andare oltre. Limbiate è formata da una popolazione proveniente da diverse parti d’Italia e continuo a credere che come è stata possibile l’integrazione tra i vari gruppi, sia pur con molta difficoltà, avverrà anche l’integrazione con chi proviene dall’estrero. Però quello su cui vorrei si lavorasse è la trasmissione del concetto che “il fai da te” non si può applicare in ogni campo. Vorrei che ci fosse una discussione su come anche Limbiate (e so bene che non solo a Limbiate) si sta imbarbarendo, con liti, danneggiamenti a cose, incendi dolosi (sia di auto che di boschi).
Perchè questo?
Perchè si sta perdendo il valore del rispetto dell’altro. L’egoismo si diffonde, per cui importa solo che “io” stia bene, gli altri si arrangino. E per stare bene io, passo sopra gli altri.
Su questo vorrei che si discutesse. Recuperiamo un po’ il valore del rispetto e ricordiamo che la nostra libertà termina laddove comincia la libertà di un altro.

Annunci

Read Full Post »

Altri incivili

Viale Piave, la via centrale di Limbiate. Per chi lo percorre a piedi, questo è quello che incontra per terra. Queste foto sono state scattate stamattina, domenica 28 settembre 2008. Per non parlare degli innumerevoli e onnipresenti mozziconi di sigaretta, scontrini, pezzetti di carta. Qui non è questione di abitudine, ma proprio di educazione. Neanche civica, ma quella basilare. Un pacchetto vuoto mi infastidisce? Lo butto per terra, tanto poi qualcuno passa a raccoglierlo. Esco con il cane? Poverino, se gli scappa cosa faccio, non gliela faccio fare?
Raccogliere la sua cacca? Ma sei fuori di testa? E’ un concime naturale! Infatti è noto che il cemento, fertilizzato con le feci canine, fiorisce. Diciamo che solo a Napoli sono invasi dalla spazzatura perchè lì sono napoletani. Diciamo che a Limbiate questo non succede, perchè noi siamo migliori.
Per me non ci sono napoletani, veneti, calabresi, lombardi, emiliani, toscani. Ci sono i limbiatesi, che dimostrano di avere tra i loro concittadini una buona quantità di incivili. Che magari sono gli stessi che si lamentano perchè c’è sporcizia. Bisogna educare la gente al rispetto. Ma anche punire chi sporca. E meno male che questo fine settimana è dedicato all’iniziativa “Puliamo il mondo”…

Read Full Post »

Pizza e incivili

Niente da fare, la pizza piace pure agli incivili. Le foto qui a fianco sono state fatte ieri sera, sabato 27 settembre 2008, alle 20. La prima vicino al testo mostra il parcheggio, con parecchi posti disponibili. La seconda il marciapiede di fronte alla pizzeria. Devono essere proprio pesanti da trasportare, quelle pizze, se non si possono fare 50 metri per parcheggiare dove è consentito. O forse si raffreddanno velocissimamente e bisogna saltare sull’auto di corsa. Mah!

Sta di fatto che gli incivili continuano a parcheggiare sul marciapiede. Se si apssa quando la pizzeria è chiusa, il marciapiede è sgombro. Che sia un caso? Come ho già detto, non ce l’ho con la pizzeria, ma con i clienti. La pizzeria non ha colpe, se non quella di avere dei clienti con basso senso della civiltà.

P.s. so che la qualità delle foto non è ottima, ma la mia macchina fotografica è piccina...

Read Full Post »

Un altro incivile

Mi sono rotto le palle. Non mi piace essere scurrile, ma adesso è più forte di me. Bossi ne ha fatta un’altra delle sue. O meglio, più di una. Prima se la prende con gli insegnanti del sud che rovinerebbero i virgulti del nord. Vorrei un po’ sapere come. Perché hanno un po’ di accento? Anni fa ero all’estero e c’erano altri ragazzi italiani. Senza che ci fosse bisogno di dirlo, ciascuno di noi aveva capito subito da quale parte d’Italia venisse l’altro. L’accento può essere più marcato, ma lo è dappertutto. Altra cosa è avere qualcuno che conosce solo il dialetto. Ma costoro non fanno gli insegnanti. Nota: io sono per la difesa dei dialetti, tutti…
Ma il minimo dei suoi minimi, l’Onorevole lo ha dato facendo “il dito” all’inno di Mameli. Su questo, oltre a dimostrare la sua arroganza , dimostra anche la sua ignoranza. Sì, nel senso che probabilmente ignora qualcosa, il ministro. Ignora che Mameli fu patriota che si batteva per la libertà della sua terra. Più o meno quello che il cassanese sostiene di essere.
Sentire poi altri onorevoli, La Russa a parte, che dicono che ci si concentra sulla forma e non sulla sostanza, fa imbufalire. Voglio vedere quanti continueranno a fare finta di niente. Ci siamo già dimenticati dell’assalto a San Marco? Certo, il carro armato faceva ridere, ma quello che mi fa specie è che tutti lo continuano a ritenere un bambino che ha fatto una marachella. Peccato che normalmente, chi fa una marachella viene punito…
Siamo tornati al “terroni” e compagnia bella, la Padania che ormai arriva alle Marche (ammazza, si deve essere spianato un po’ di terreno!), “Roma ladrona” ecc. ecc. ..La stessa Roma che viene frequentata continuamente, nei cui ristoranti gli onorevoli leghisti continuano ad andare a cena quando vanno in Parlamento, e la stessa Roma che dà loro una marea di privilegi come parlamentari della Repubblica. Se tanto aborrite tutto questo, perché non vi battete subito per eliminarli? Eh no… Una volta ho incontrato, all’aeroporto di Tel Aviv l’onorevole Borghezio. Io sono tornato in Italia in classe turistica, lui in business. Il volo era Alitalia, altro bersaglio degli strali…

Read Full Post »

Io adoro la pizza. E’ il mio piatto preferito. Posso farci colazione, pranzo e cena per una settimana senza problemi. Ho osato mangiare la pizza anche all’estero, da qualche parte mi è andata bene e da altre…bhè, lasciamo perdere. Quindi posso capire chi, una sera, desideri ardentemente una pizza.Ma non sopporto l’incivilità. La foto qui a fianco parla da sola. Siamo in via Cairoli, a Limbiate. Ogni fine settimana si ripete la stessa scena. Macchine parcheggiate sul marciapiedi. Si potrebbe pensare che non ci sia altro parcheggio. Ma quando mai? E’ all’angolo della pizzeria stessa! E pure bello grosso. Quindi la risposta è solo una. Ci sono degli incivili, che non possono fare 15 metri a piedi con le pizze in mano. Però…se una vecchietta si trovasse (ed è capitato) a passare di lì, dovrebbe scavalcare l’auto, scendendo in strada, per passare. La stessa cosa se passasse qualcuno su una sedia a rotelle.
Suvvia, la pizza resisterebbe anche ad un viaggio di un minuto più lungo. Finiamola di essere egoisti e di avere fretta per tutto. Passo per rompiballe? Sinceramente, me ne frego. Anni fa mi è capitato di dovermi muovere con le stampelle, e trovare macchine parcheggiate sul marciapiedi anche laddove poteva essere evitato mi ha fatto innervosire non poco. Non esiste solo il nostro stomaco. Tra l’altro, quei 15 metri in più, farebbero aumentare l’appetito e permetterebbero di gustare ancora di più la pizza. Fidatevi.

Read Full Post »